Il mondo del caffè...

Produttori

    Nuovi prodotti

    Informazioni

    Caffeina: principali caratteristiche.

    Pubblicato in 2014-06-13

    • Caffeina: principali caratteristiche.

    La caffeina è un alcaloide (xantina) che ha effetti vasodilatatori e produce azione diuretica e stimolante del sistema nervoso. Sono le sue caratteristiche più conosciute ma numerosi studi e ricerche hanno approfondito i suoi benefici, sottolineadone anche i rischi, se presente in dosi elevate nel nostro corpo.

    Assunta nelle giuste quantità (se si tratta di caffè, non più di quattro tazzine al giorno; se assunta pura, non più di 500 mg), quindi, queste caratteristiche consentono al nostro organismo di trarre molti vantaggi.

    Vediamo insieme quali.

    Risveglia le facoltà mentali

    Allontana la stanchezza, la noia, la sonnolenza e gli stati depressivi. Inoltre, aumenta la concentrazione, l'apprendimento, la memoria.

    Migliora la respirazione

    L'azione stimolante del caffè potenzia la ventilazione polmonare grazie alla dilatazione dei bronchi.

    Migliora le prestazioni atletiche

    Grazie alla sua azione stimolande, è in grado di diminuire la sensazione di fatica e migliora l'ossigenazione cellulare.

    Facilita la digestione

    Stimola i nervi vasomotori sul gran simpatico e migliora le funzioni dell'intestino poiché ne coadiuva i movimenti.

    Fa dimagrire

    Aumentando il metabolismo e la funzione tiroidea, la caffeina avrebbe anche azione di "brucia - grassi".

    Ha effetto diuretico

    Grazie alla caffeina si ha un potenziamento della diuresi per effetto della dilatazione delle arterie renali.

    Riduce il rischio di numerose malattie

    Riduce la probabilità di diabete di tipo 2 (ricerca condotta dall'Università della California) e del tumore al fegato (studio del National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseas americano). Previene, inoltre, il tumore al colon retto (Università della Pennsylvania), quello alla prostata (Università di harvard) e inattiva il morbo di Parkinson (Ricerca del National Health Institute americano). Previene le neoplasie alla testa e al collo (ricerca dell'Università dello Utah).

    Contrasta la cirrosi epatica e la calcolosi biliare (studio dell'IRAN - Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione). Allontana l'Alzheimer, riparando addirittura la memoria, intaccata dalla malattia (studi del Florida Alzheimer's Disease Research Centre)

    Aiuta, poi, l'asma, grazie alla sua azione vasodilatatoria (studio del Saint George's Hospita Medical School di Londra).

    Regala il buonumore

    Uno studio dei ricercatori della Harvard School of Public Health, condotto su oltre 200.000 partecipanti,  ha dimostrato che bere dalle due alle quattro tazzine di caffè al giorno dimezzerebbe il rischio di suicidio poiché la caffeina regala il buonumore.

    I risultati di numerose ricerche e studi, quindi, ci dicono che bere fino a quattro tazzine di caffè al giorno non può che giovarci. Superate tali dosi, potremmo imbatterci in sensazioni spiacevoli come stimolazione eccessiva delle secrezioni gastriche (è infatti controindicata a chi soffre di gastrite, di ulcera e reflusso gastroesofageo), ipertensione, insonnia, tachicardia, sbalzi pressori e tremori.

    Visto  che una delle sue caratteristiche è quella di regalarci il buonumore, lasciamo  che la caffeina faccia il suo dovere senza pagare conseguenze inutili e dannose.

    COMMENTI

    Commentato da Nessun cliente per il momento.

    Inserisci un commento